Psicologo Psicoterapeuta | Guastalla - Reggio Emilia

Terapia familiare

CHE COS'è


Se un’albero dovesse scrivere la propria autobiografia, questa non sarebbe troppo dissimile da quella di una famiglia.” (K. Gibran)

L’umanità è una sola famiglia indivisa e indivisibile
(Ghandi)

In ogni famiglia, si ride, si piange, si vive.
(Dal film: Tre generazioni)

Le relazioni tra i familiari e la visione di ciascuno di loro e quella dell’intera sono i tre elementi chiave da trattare quando è la famiglia che viene in terapia. Una famiglia arriva a chiedere un supporto per svariati motivi (difficoltà nell’educazione di figli, nel rapporto tra fratelli, nella relazione con i nonni, cambiamenti dovuti a fasi di vita o ad eventi critici, malattie, lutti, separazione, affido, adozione…), e giunge carica di risorse ma anche di fatiche e vincoli.

Come terapeuta il primo compito che mi prefiggo è quello di rileggere la storia insieme alla famiglia, attribuendo però nuovi significati e valori agli eventi ed ai vissuti  che i membri riferiscono.

Consulenza alla famiglia

Ciò mi consente di formulare spiegazioni differenti ai fatti raccontati e di porre domande atte a far emergere i punti di vista di ciascuno. Con l’ausilio di vari strumenti e tecniche, incomincio insieme alla famiglia a costruire nuovi possibili percorsi utili a comprendere il problema e a trovare indicazioni per superarlo. Mi impegno poi per garantire a tutti i membri presenti un  clima empatico  e accogliente così che ciascuno sia effettivamente ascoltato e non giudicato per quello che porta. Già dalle prime fasi ciò che intendo comunicare è che il mio ruolo è quello di stare accanto alla famiglia sofferente per stimolarla a  ritrovare la propria dimensione di vita e di benessere.

Alla base del mio intervento c’è l’idea che ogni familiare è portatore di una sofferenza, e , allo stesso tempo, ogni componente, nel cercare la soluzione migliore ai problemi, concorre ad "ingarbugliare" le vicende familiari. In alcuni casi si lavora per costruire un clima emotivo familiare più equilibrato riducendo anche sensibilmente lo stato di disagio del paziente. In altri invece, l’azione è diretta a suscitare un cambiamento deciso in alcuni aspetti della relazione tra i membri, sempre al fine di curare i sintomi e stimolare il benessere.

Le sedute di terapia familiare hanno una cadenza in genere tri settimanale, ma c’ è flessibilità alla valutazione di un accorciamento dei tempi qualora se ne ponga la necessità, così come ad un allungamento dell'intervallo tra le sedute, soprattutto nelle fasi conclusive.

Di preferenza si convoca, nelle fasi iniziali, il nucleo familiare al completo: ciò consente di avere un raggio di osservazione più ampio delle dinamiche familiari; tuttavia capita anche di lavorare solo con parti della famiglia. Specialmente in casi che riguardano i bambini o gli adolescenti (ambiti in cui la terapia familiare risulta un approccio particolarmente valido), si possono manifestare blocchi evolutivi che possono ridursi sino a scomparire completamente lavorando con le famiglie.

AREE DI CONSULENZA

  • Difficoltà nelle relazioni familiari.
  • Sostegno a genitori in difficoltà.
  • Supporto nella gestione della relazione genitori - figli.
  • Sostegno per una gestione congiunta dei figli, in caso di separazione, divorzio o altre situazioni.
  • Crisi legate al passaggio a nuove fasi di vita, ad eventi critici, a difficoltà impreviste.
  • Sostegno nell’infanzia (difficoltà con il sonno, l’alimentazione o lo svezzamento nei primi mesi di vita; difficoltà con il vasino, la pipi o la cacca, problemi con  l’inserimento a scuola, relazione tra fratelli, difficoltà relazionali, momenti critici
  • Affido e Adozione: sostegno e accompagnamento alla famiglia nei momenti critici
  • Aiuto nella gestione delle relazioni con le rispettive famiglie d'origine, con il contesto lavorativo, con i diversi contesti relazionali.

CO-TERAPIA

In alcuni casi relativi a problematiche di coppia o familiari, quando la situazione lo richiede e quando la coppia o la famiglia accoglie la proposta, suggerisco di intraprendere un percorso di co-terapia. La co-terapia è un intervento terapeutico caratterizzato dalla compresenza di due psicoterapeuti esperti nel lavoro con le coppie e le famiglie. I benefici sono molteplici. Tra gli altri il fatto di mettere in campo un maggior numero di competenze, esperienze e strumenti terapeutici, di guardare al problema da molteplici punti di vista e di formulare varie soluzioni.


Dott.ssa Rossella Rovesti Psicologo Psicoterapeuta
Guastalla - Reggio Emilia

declino responsabilità | privacy e cookies | codice deontologico

Iscritto all'Ordine degli Psicologi dell'Emilia Romagna - N. 5124
Laurea In Psicologia Vecchio Ordinamento
P.I. 02367020357

 

AVVISO: Le informazioni contenute in questo sito non vanno utilizzate come strumento di autodiagnosi o di automedicazione. I consigli forniti via web o email vanno intesi come meri suggerimenti di comportamento. La visita psicologica tradizionale rappresenta il solo strumento diagnostico per un efficace trattamento terapeutico.

©2016 Tutti i testi presenti su questo sito sono di proprietà della Dott.ssa Rossella Rovesti
© 2016. «powered by Psicologi Italia». E' severamente vietata la riproduzione, anche parziale, delle pagine e dei contenuti di questo sito.
www.psicologi-italia.it